day 3 finali: Ghiretti e Boni accendono l'Aquatics Stadium di Rio de Janeiro !

Sale a 4 il medagliere azzurro del nuoto Paralimpico: dopo il doppio argento di Bettella e Morlacchi arrivano i due bronzi di proprietà Boni e Ghiretti !

L' Aquatics Stadium di Rio, il fulcro delle emozioni, il cuore pulsante del nuoto paralimpico, oggi ci ha regalato emozioni intensissime e lacrime di gioia con Giulia  Ghiretti prima e con Vincenzo Boni poi.

Da cardiopalmo la gara di Giulia GHIRETTI, anche lei esordiente ai Giochi Paralimpici. << Neanche con il binocolo riuscivo a vederla questa medaglia, non me la aspettavo, non ho molte parole, ma ho tanta gioia >> - le prime parole che è riuscita a dire in mixed zone, tra lacrime di gioia e sorrisi timidi, ma strepitosi che solo lei riesce a fare. E' incredula, con gli occhi lucidi e le guance rosse, scuote la testa e non ci crede ancora. Forse non ci crediamo neanche noi, ma è cosi: Ghiretti è bronzo paralimpico! Giulia, ha nuotato i 50 delfino S5 in 45''74 con una leggerezza ed una agilità fantastica unita ad una grande forza nel prendere acqua, oltre a prendersi la medaglia è andata a sbriciolare il suo precedete primato italiano.

L'oro va alla cinese Xu Xihan (43''62), argento invece alla norvegese Rung (45''67).

(foto FINP - Giulia Ghiretti)


L'esordiente Vincenzo BONI (Caravaggio Sporting Village/ GS Forestale) ventottenne di Napoli, con il tempo di 46''67 vince la sua prima medaglia paralimpica, un bronzo nei 50 dorso S3 .

Boni ai 25 metri è al secondo posto, passa in quarta posizione, ma poi negli ultimi metri restanti, accende i motori e va a prendersi un posto nel podio. Dopo lunghi allenamenti e sacrifici, Vincenzo può godere di questo splendido obiettivo raggiunto.

<< Grazie a tutti quelli che mi hanno dato la forza di lottare dopo la giornataccia di ieri. Questa Paralimpiade la sento più mentalmente che fisicamente - dice Boni ai microfoni di Raisport ho lavorato tanto quest’anno, dedico questa medaglia, alla mia famiglia, alla mia fidanzata, al mio allenatore, alla mia società - Caravaggio Sporting Village e al Gruppo Sportivo Forestale. Quest'anno ho fatto molte rinunce e tanti sacrifici per arrivare pronto, oggi posso dire che sono stati ripagati. Era nelle mie corde il secondo posto, ma va bene anche il bronzo... poi se il CT ha detto che va bene, allora mi fido ! >>

Vince l'oro il trentunenne ucraino Vynohradets' con 44''94 seguito dal cinese Huang 46''11.

( foto Finp - Vincenzo BONI)