Day 4 finali:Giulia Ghiretti con il suo Argento porta il medagliere azzurro a 7 medaglie!

Giulia Ghiretti (ego nuoto/Fiamme Oro) porta l'italia del nuoto paralimpico a 7 medaglie !

Dopo il bronzo arrivato "a sorpresa", Giulia raddoppia questa volta però con un argento nei 100 rana SB5, una gara faticosa, ma che l'azzurra esordiente a Rio ha saputo portare a termine nel migliore dei modi.

Nei primi 50 Giulia è al terzo posto (59''29), avanti a lei l'insidiosa norvegese Rung seguita dalla ventinovenne Goh. nella seconda e ultima frazione Giulia tira fuori tutta la sua grinta e va a prendersi quello che voleva: l'argento.

Con il tempo di 1'50''58 firma anche il suo nuovo primato italiano. Amaro in bocca per l' asiatica Goh che chiude con il bronzo in 1'55''55.

<< Questa gara è stata preparata bene, ho sofferto e fatto molti sacrifici, ma è arrivata e sono davvero molto felice, questo Argento è stato voluto e vale per me come conferma del buon lavoro fatto - dice Giulia ai microfon di Raisport - devo ancora riprendermi dalle forti emozioni di ieri, una medaglia inaspettata che non mi ha fatto dormire dall'emozione questa notte >>.

Quaranta centesimi, una distanza impercettibile, ma che costa il 4°posto a Marco Dolfin. Marco, esordiente a Rio e al nuoto paralimpico da pochissimo tempo, ci ha resi orgogliosi di lui e della sua gara principe, i 100 rana SB5.

(foto FINP - Giulia Ghiretti)

Non basta fermare il crono su 1'38''27, non basta neanche realizzare il nuovo primato italiano,  davanti a lui il  messicano Pedro Rangel ha la meglio con 1'37''84. Sul podio più alto lo svedese Forsman (1'34''27), seguito dal koreano Lim (1'35''18).

Di sicuro c'è amarezza e molta, ma c'è anche tanta soddisfazione per esser arrivati cosi in alto, una finale, la prima paralimpica, chiusa con il 4° posto da un esordiente alla sua prima Paralimpiade.

<< Era alla mia portata questo bronzo - dice dispiaciuto Dolfin - ma non devo di certo dimenticare che questo è sempre un quarto posto alla mia prima paralimpiade. ho dato tutto quel che potevo dare, forse serviva qualcosa in più... >>

Chiude con il 6°posto in finale nella sua prima esperienza paralimpica Xenia Francesca Palazzo che nuota i 200 stile libero S14 in 2'19''21, tempo molto buono per Xenia che sfiora il record italiano ( di soli 6 centesimi).

<< Sono stanca, ma felice, sono stata ripagata delle fatiche - dice Xenia - è stata una finale molto combattuta, ma ho migliorato molto per me questo conta >>.

<< C’è da lavorare sui 100 rana, ma sono comunque soddisfatta - dice Emanuela Romano  - ora ricarico le batterie e via con la prossima gara i 400 stile libero >>. Non manca mai il sorriso sulle labbra a Emanuela che chiude la gara dei 100 rana con il 7°posto in 1'52''33.

 

 

Un velo di delusione sul viso di Andrea Massussi, esordiente a Rio, che nella finale diretta chiude con il 7°posto la gara dei 100 rana con 1'51''96, << i primi 50 li ho fatti sciolto, ma poi mi sono sentito stanco, parecchio stanco, cercherò di fare meglio nelle prossime gare >>.

Il programma gare di domani

Alessia BERRA 400 stile libero ora italiana 14.44

Efrem MORELLI 150 misti ora italiana14.59

Arjola TRIMI 150 misti ora italiana 15.11

Cecilia CAMELLINI 50 stile libero ora italiana 15.33

Martina RABBOLINI 50 stile libero ora italiana15.33

Riccardo MENCIOTTI 100 delfino ora italiana15.24

Federico MORLACCHI 100 stile libero ora italiana 15.58

Francesca SECCI 100 stile libero ora italiana 16.08

Marco DOLFIN 200 misti ora italiana16.18

Valerio TARAS 50 delfino ora italiana 16.42

Giovanni SCIACCALUGA 50 stile libero ora italiana 16.54