Francesco Bocciardo Re indiscusso nei 400 stile libero!

Re Bocciardo incoronato nei 400 stile, l’Italia del nuoto paralimpico supera il medagliere di Londra 2012

 

 

 

 

 


Il numero 13 non sempre è un numero nefasto. Esattamente un mese fa, qui all’Olympic Aquatics Stadium, Paltrinieri vinceva l’oro e Detti il bronzo nei 1500 m. La favola si ripete:  il pomeriggio del day 6 si apre alla grande, Dopo l’oro al Mondiale di Glasgow 2015 e all’Europeo di Funchal 2016, Francesco Bocciardo sale sull’Olimpo nei 400 stile libero S6 !

 

 

 

Francesco parte moderato, e rimane dietro ai suoi rivali, è stanco, ma dentro di sè percepisce la caria giusta che lo spinge a vincere, che lo spinge a prendersi quel podio e a salire sul gradino più alto. Aggancia i suoi avversari dopo i primi 100, dopo i 200 metri invece accelera e dà le spalle a tutti.

 


<< Sapevo che avrei dovuto tirare fin dall’inizio per guadagnare spazio sugli avversari e quindi ho subito attaccato - dice il campione Paralimpico Bocciardo - gli ultimi 100 metri sono stati molto sofferti e faticosi, e quando pensavo di non farcela ho sentito i tifosi italiani e mi sono fatto forza. Anche se sarò da solo a salire sul podio vorrei ringraziare il presidente della mia società, i nuotatori genovesi, il gruppo sportivo Forestale, il mio allenatore Luca Puce, i miei compaesani e soprattutto lo staff tecnico Nazionale. Questa non è una vittoria mia, ma di tutti, dell’Italia e della mia Regione, la Liguria ! Dedico questa medaglia anche a me, - conclude Bocciardo - ma ribadisco che senza un ottimo team intorno certi risultati non sono possibili >>.

 

L’argento va all’olandese Hofweegen con 5’07’’82, bronzo invece al cubano Perez Escalona in 5’14’’44 che rimonta dalla quinta posizione alla terza.