ANIK - FINP, nuove integrazioni al Protocollo d'Intesa

Venerdì 29 novembre presso il Centro di Preparazione Paralimpica Tre Fontane di Roma, in concomitanza con l’XI Consiglio Federale Finp, si è tenuto un incontro tra l’ANIK ( Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti) e la FINP per dare corpo al Protocollo d’Intesa (già siglato lo scorso 22 aprile) che prevede alcune possibilità di integrazione. Queste possibilità verranno presentate a tutti i Delegati Regionali nella riunione in programma a Riccione il 26 di novembre proprio con la finalità di promuovere questo importante documento su tutto il territorio.

Alla riunione hanno preso parte: il Presidente Finp Roberto Valori, il Presidente ANIK Fulvio Cavuoto, il Segretario Generale Franco Riccobello, il Consigliere Antonino Gambino e la Delegata Regionale Finp Abruzzo Elvia Rega.

Cos’è l’ANIK?

L’ANIK è un’Associazione culturale ed ha come scopo la divulgazione attraverso corsi, congressi, convegni, della riabilitazione in acqua.

Le parole chiave di questo importante Protocollo d’Intesa.

SINERGIA.

Tenuto conto dell’esigenza di creare una nuova sinergia lavorativa tra tecnici, allenatori FINP e Laureati in Fisioterapia con specializzazione in idrokinesiterapia, siamo giunti alla nascita di questo protocollo, pertanto diventa necessario creare uno scambio di informazioni per la realizzazione di un progetto globale sia sotto il punto di vista riabilitativo che natatorio.

INTENTO.

L’intento del protocollo è quello di realizzare un percorso riabilitativo/sportivo che va dall’individuazione e la conquista delle competenze residue e abilità possibili fino al raggiungimento dell’autonomia motoria sia nell’ambiente acquatico che terrestre in persone con difficoltà motorie e neuro psicomotorie, senza tralasciare l’aspetto sociale.

L’ACQUA.

L’ambiente della piscina rappresenta un setting ideale sia per le attività riabilitative , sia per gli istruttori di nuoto specializzati in quanto l’acqua rappresenta un mezzo ideale per poter far svolgere ad una persona diversamente abile dei movimenti che sarebbero difficili da eseguire al di fuori.