EFREM MORELLI: “a Trieste emozioni uniche, gareggiare con i campioni uno stimolo per migliorarsi”

Una giornata memorabile. Come già raccontato nei giorni precedenti, sabato 4 e domenica 5 maggio 2019 l’ASD Unione Sportiva Triestina Nuoto ha festeggiato il proprio centenario con una due giorni di gare indimenticabile. La piscina del Polo Natatorio Bruno Bianchi di Trieste, vestita a festa in occasione dell’evento, è stata teatro di nuovi primati come quello mondiale, firmato da Misha Palazzo nei 1500 metri stile libero e quello europeo di Xenia Francesca Palazzo negli 800 metri stile libero.

In rappresentanza della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, fra gli altri, anche il Campione Europeo in carica Efrem Morelli.

Sono rimasto estasiato dal livello organizzativo della manifestazione – ha dichiarato il bronzo ai Giochi Paralimpici di Rio 2016sembrava di essere alla cerimonia inaugurale di un Campionato del Mondo, dove tutto è curato nei minimi dettagli. Ogni cosa era al suo posto, si respirava davvero un’atmosfera unica. C’è da aggiungere che la presenza di molti nomi importanti come Massimiliano Rosolino, Domenico Fioravanti e Federica Pellegrini ha fatto da contorno ad uno scenario già magico. Non ero mai stato a Trieste prima di questi giorni ed anche l’impianto mi ha colpito notevolmente. Credo sia il posto adatto per ospitare appuntamenti importanti a livello nazionale ed internazionale”.

Diversi gli spunti anche sulla gara. “Il livello espresso è stato molto alto. Sono stati registrati risultati importanti, come quelli di Misha Palazzo e Xenia Francesca Palazzo, a testimonianza della bontà di questi ragazzi. Vedere all’opera tanti grandi campioni e gareggiare con loro è sempre bello, uno stimolo continuo per migliorarsi giorno dopo giorno. Hanno grande esperienza, soprattutto nella gestione delle emozioni, e possono fare da traino nei confronti degli atleti più giovani.  Tutto lo staff della Triestina Nuoto ci ha fatto sentire a casa. Sono stati fantastici e li ringrazio con il cuore”.

credit foto Augusto BIZZI