“Sviluppo sostenibile attraverso lo sport”, Antonio Fantin e il DT Vernole alle Nazioni Unite

Mercoledì 5 giugno al Palazzo delle Nazioni Unite a New York, il campione di nuoto paralimpico Antonio Fantin la pluricampionessa olimpica di scherma Valentina Vezzali e il direttore tecnico della Finp Riccardo Vernole hanno preso parte al convegno dal titolo "Prevenzione del crimine e dello sviluppo sostenibile attraverso lo sport". Il tema del convegno, nato da una risoluzione dell’Onu "Omnibus crime", è stato promosso dall'ufficio UNODC di New York in collaborazione con la Presidenza dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Antonio Fantin, atleta del gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato, e il DT Riccardo Vernole hanno affrontato il tema della prevenzione del crimine attraverso lo sport, mettendo in evidenza l'impegno dell'istituzione nell'attribuire allo sport la funzione fondamentale di formazione e acquisizione di valori etici, civili e di sicura e pacifica convivenza sociale.

Di seguito l'intervento del campione Antonio Fantin:

“Grazie per avermi invitato, è un onore essere qui. Sono Antonio Fantin, sono un campione paralimpico di nuoto e ho l'onore di far parte del gruppo sportivo della Polizia di Stato, che incoraggia i giovani in situazioni di difficoltà a praticare lo sport.

Quando nel 2021 ho vinto il titolo paralimpico con il record del mondo, pensavo che salire sul podio sarebbe stata l'emozione più grande. Lo è stata, ma ancora di più lo è stato scendere e dividere la mia medaglia d'oro con gli altri.

La condivisione è la strategia più efficace contro il crimine. Condividere significa affrontare e superare ogni ostacolo, fidarsi degli altri, ma anche essere in grado di trasmetterlo. Condividere significa farsi carico delle responsabilità, significa impegno e rispetto. Condividere significa anche essere consapevoli di quanto sforzo è necessario per inseguire un sogno positivo, e la soddisfazione di raggiungerlo con il sudore e l'impegno, con la passione per qualcosa di importante. La mia medaglia d'oro, come tutto lo sport in generale, ci insegna questo. Cercate sempre di fare del vostro meglio”.