Nota in materia di imposta di bollo, a seguito interpello proposto dal CIP all'Agenzia delle Entrate

In considerazione del parere dell'Agenzia delle Entrate ricevuto dall'Ente in data 24 aprile u.s., si ritiene opportuno comunicare che, quest'ultima ha chiarito che, I'applicazione dell'art. 27 bis del DPR 26.10.1972, n.642, allegato B, in materia di disciplina di imposta di bollo, si estende anche agli atti posti in essere dagli organismi sportivi riconosciuti dal CIP, al pari di quelli riconosciuti dal CONI.
In particolare, secondo quanto chiarito dall'Agenzia delle Entrate,l'esenzione dal pagamento dell'imposta di bollo in modo assoluto per gli atti espressamente menzionati dalla norma, si applica "1..,) anche alle federazioni sporlive paralimpiche, alle discipline sportive paralimpiche, agli enti di promozione sportiva e alle associazioni e società sportive dilettantistiche
paralimpiche senza fine di lucro riconosciute dal CIP " .
Alla luce di ciò, pertanto, si specifica che le Federazioni Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche, gli Enti di Promozione Paralimpica, nonché, le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche Paralimpiche senza fine di lucro riconosciute dal CIP, sono, al pari degli Organismi sportivi riconosciuti dal CONI, esenti dal pagamento dell'imposta di bollo per atti, documenti, istanze, contratti, nonché copie anche se dichiarate conformi, estratti, cerlificazioni, dichiarazioni e attestazioni da essi poste in essere o richiesti.

Download

nota in materia di imposta di bollo, a seguito interpello proposto dal CIP all'Agenzia delle Entrate