Nuoto di Fondo, Capri-Napoli: festa grande per la staffetta FIN - FINP

( foto FINP)

Vince a suon di record la Capri-Napoli, trofeo Farmacosmo, e mette in fila tutti gli uomini. Impresa storica per Arianna Bridi nuotatrice di Trento, di 24 anni. L'atleta delle Fiamme Oro non solo ha trionfato alla 55esima edizione della Maratona del Golfo di nuoto di fondo, ma ha stabilito il nuovo record della manifestazione ovvero: 6.04.26.7,(il precedente era del kazako Khudyakov, 6.11.27, ottenuto nel 2014) e, battendo in volata la brasiliana Ana Marcela Cunha (staccata di soli 9 decimi), ha preceduto tutti gli uomini, regolati dall'olandese Marcel Schouten, primo allo sprint con il tempo di 6.05.07.1 su Matteo Furlan e Alessio Occhipinti.

Festa grande anche per la staffetta composta da azzurri della nazionale italiana assoluta e dagli atleti della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. I protagonisti: Gregorio Paltrinieri, Domenico Acerenza, Martina Grimaldi, Simone Ercoli, Giulia Gabbrielleschi, Martina De Memme, Vittorio Abete, Roberto Pasquini e Giuseppe Spatola.

Si è trattata di una bella esperienza, che mi ha permesso di nuotare insieme ai miei compagni di nazionale, ma soprattutto assieme ai nuotatori della FINP, con i quali ci siamo scambiati consigli e suggerimenti nei momenti in cui eravamo in barca mentre altri erano impegnati nelle frazioni in acqua”. Queste le parole del Campione Olimpico Gregorio Paltrinieri: “Un futuro alla Capri-Napoli? Non nascondo che l’idea mi piace, certo non nell’immediato ma credo possa essere un mio obiettivo”.

 

Tenuto conto dell’importanza che ha rivestito tale manifestazione, ha presenziato alla traversata il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, Roberto Valori accompagnato dal Tecnico Nazionale Enrico Testa.