Ventotto i nuotatori paralimpici che rappresenteranno l'Italia a Parigi 2024

Il World Para Swimming ha comunicato il numero di slots assegnati all'Italia per le Paralimpiadi di Parigi 2024.

Sono ben 28 (16 maschili e 12 femminili) i pass guadagnati dall’Italia per la partecipazione ai prossimi Giochi Paralimpici. Un risultato straordinario tenendo conto del fatto che le modalità per ottenere questi pass (il nome tecnico è “slot”) sono molto complesse e che comprendono le medaglie d’oro e d’argento vinte ai precedenti Mondiali di Manchester 2023 e le migliori prestazioni all’interno dei tempi limite di Parigi, con una pesatura riferita al numero complessivo di atleti internazionali nel mondo; in questi ultimi 4 anni il numero di atleti di alto livello prestativo presenti nella ranking mondiale è aumentato costantemente.

Per Tokyo 2020 furono 29 slot (28 + 1 assegnata in modalità diretta dal World Para Swimming all'atleta Angela Procida, al fine di permettere lo svolgimento delle gare dei 50 e 100 dorso S2 alle varie nazioni) quindi l’Italia – tre volte campione del mondo –  è riuscita nell'intento di ottenere un significativo numero di presenze a Parigi.

Il Presidente FINP Roberto Valori esulta: E' un ottimo risultato aver confermato dopo 4 anni una così alta partecipazione, ora l'obiettivo è presentarci con una squadra che riesca a dare continuità ai risultati di Tokyo 2020. Dopo i successi mondiali di Madeira 2022 e Manchester 2023, ci aspettiamo di vedere una grande Nazionale. Una Paralimpiade quella di Parigi che avrà le dirette, speriamo con tanti azzurri, in orari più fruibili per gli italiani, oltretutto trasmesse sul canale generalista di RAI 2, ciò potrà rappresentare, come non mai, un volano per tutto il movimento natatorio paralimpico.

Anche il Direttore Tecnico Riccardo Vernole gioisce: Siamo soddisfatti, ripeterci dopo 4 anni non era scontato, abbiamo conquistato metà degli slots con il Mondiale di Manchester 2023, e l'altra metà grazie ai risultati di tutti gli atleti presenti in ranking  01.10.2022-31.01.2024. Un grazie a tutti gli atleti, ai loro allenatori e alle società che compiono quotidianamente un grande lavoro in una cornice, quella italiana, che rappresenta una delle migliori realtà nella quale far crescere un nuotatore paralimpico: a partire dal territorio e fino agli uffici centrali della Federazione e del CIP ogni ingranaggio lavora con grande intensità e perseveranza e permette alla Nazionale di esaltare i top level.

Il direttore Tecnico continua sull’appuntamento che precede le Paralimpiadi: Le convocazioni per gli Europei di Madeira 2024, in considerazione che avranno come noto una gestione in modalità Open (in finale andranno i migliori 8 tempi a prescindere che siano atleti europei o meno)  saranno molto legate alla partecipazione degli atleti ai Giochi di Parigi 2024. Per quanto concerne le convocazioni per Parigi 2024, vista l'attuale ranking e gli slots ottenuti, penso che ad oggi ci sarà una vera battaglia sportiva per gli ultimi 2 posti maschili e 3 femminili. Conoscendo bene il nuoto paralimpico, so bene che ogni pronostico, è prematuro, infatti, se da un lato confidiamo in una grande stagione dei nostri atleti, dall'altro dobbiamo attendere e conoscere i tantissimi atleti delle altre Nazioni nuovi o con classificazione scaduta che saranno sottoposti a classificazione internazionale.

Ricordiamo le date di questi eventi importanti:

Campionati Europei "Open" di Madeira 21-27 aprile:  - 62 giorni

Giochi Paralimpici di Parigi 28 agosto-8 settembre:  - 191 giorni